OSCAR - Diagnostica differenziale degli aborti a fine gestazione: approccio globale per la diagnostica di malattie abortive di origine infettiva

Soluzione dalla Francia

OSCAR mira a migliorare i tassi di delucidazione dei casi di aborto, a proporre misure di matrici più adeguate e mirate, a migliorare la sorveglianza epidemiologica delle malattie abortive (a livello dell'allevamento, regionale e nazionale).

Per maggiori informazioni: http://www.observatoire-oscar.fr/

Scopo: Maggiori chiarimenti sulle cause di aborto, proposta di misure di gestione sanitaria più incisive, miglioramento degli strumenti di sorveglianza epidemiologica (a livello aziendale, locale e nazionale).

Descrizione:

  • Messa in opera: definizione di una diagnosi differenziale standardizzata degli aborti in campo (malattie principali, tipo di analisi da effettuare, tipo di matrice da analizzare, scelta degli animali da prelevare, griglia di interpretazione dei risultati), proposta di un kit per facilitare la diagnosi precoce dell’eziologia in caso di aborti diffusi.
  • Come fare: fornitura di un kit per il campionamento vale a dire un contenitore standard pronto all’uso con allegato un manuale di istruzioni e tutto il materiale necessario, unità di refrigerazione e altro, per il veterinario o dove è possibile direttamente all’allevatore
  • Quando utilizzarlo: impiego nel caso di una percentuale di aborti elevata (3 aborti in 7 giorni o meno).

Benefici attesi: maggiore conoscenza delle patologie, controllo dei costi (analisi e gestione sanitaria più specifica), confronto dei risultati.

Prerequisito/limite:

  • Consultazione dei partecipanti al partenariato sull’orientamento metodologico (includendo la scelta di armonizzare e ottimizzare le procedure a tutti i livelli, dal gregge al laboratorio) e sulle regole di interpretazione.
  • Sviluppo di una organizzazione collettiva: laboratori, veterinari, allevatori.
  • Trasferimento e formazione (per tutti gli attori in campo).
  • Commesse in gruppo per ridurre i costi.

Riferimenti bibliografici:

Diverse informazioni sul sito dell’Institut d’Elevage (Idele), Francia:

http://idele.fr/no_cache/recherche/publication/idelesolr/recommends/communiquer-sur-le-diagnostic-differentiel-des-avortements-et-sur-oscar.html

 

WP3 - Percezione degli allevatori per l’applicazione della soluzione

1. Livello di Valutazione dell’Utilizzatore (partner)

Nazione

Francia

Partner

Idele

Argomento

GESTAZIONE

Bisogno

Aborti: controllo e prevenzione

N/Nome della Soluzione

Diagnostica differenziale degli aborti a fine gestazione: approccio globale per la diagnostica di malattie abortive di origine infettiva

utilizzatore

Allevatore, consulenti, servizio di assistenza

 

Benefici

Benefici attesi

Incremento della produttività, fertilità, riduzione casi di aborto

Sistema

La soluzione è adatta per vari sistemi di produzione

Si

 

Costi

Quali sono i costi del materiale

>10000

Quali sono i costi di mantenimento

>1000

Qualche limite per la sua applicabilità?

 

Carico di lavoro

 

Allevatori

Fornitore di servizi/tecnico/veterinario/altro

Quanto tempo è necessario per preparare e applicare la soluzione?

<1 giorno

>= 1 settimana

Quante persone sono necessarie per applicare la soluzione?

 

Dipende dall’organizzazione

Tempo

Quanto tempo ci vuole per ottenere risultati?

Immediata per gli allevatori (= implementazione di misure appropriate)

Quanto tempo ci vuole per vedere un effetto sulla produttività degli ovini?

Diversi mesi per gli allevatori (effetto osservabile nella successiva annata di parti) una volta che il kit è distribuito ma richiede un lavoro a monte di diversi mesi di preprazione e consultazione

Attrezzature / Strutture

 

Allevatori

Fornitore di servizi/tecnico/veterinario

Che tipo di attrezzature/strumenti sono necessari?

Possibilità di stoccaggio (materiale o campioni), Freezer se i campioni sono per analisi PCR

Dopo che il kit è stato concepito e diffuso (materiale e/o campioni)

Freezer se i campioni sono per analisi PCR

A monte: dipende dal contenuto del kit e dal sistema di trasporto dei campioni

Abilità / Formazione (agricoltore)

La soluzione richiede competenze / conoscenze specifiche o formazione?

Conoscenza generale sulle malattie abortive e specifica conoscenza per realizzare il campionamento (se non è presente aiuto tecnico da veterinari o tecnici)

Quanto tempo è necessario per la formazione

da 0,5 a 1 giorno per la conoscenza generale

da 0,5 a 1 giorno per la formazioni sul campionamento (metodo, igiene, conservazione)

Contesto

C'è qualche particolare collegamento normativo alla soluzione?

http://www.observatoire-oscar.fr/

La soluzione ha bisogno di una particolare struttura o organizzazione?

Sviluppo di una organizzazione collettiva: laboratori, veterinari, allevatori, con la necessità di disseminazione e formazione da parte di tutti gli attori coinvolti

Valutazione dell’utilizzatore:

Nazione

Italia

Numero e Nome della soluzione

17 - Diagnostica differenziale degli aborti a fine gestazione: approccio globale per la diagnostica di malattie abortive di origine infettiva

Allevatore/Consulente/tecnico-veterinario-altro

Allevatore

Perché hai sperimentato questa soluzione?

Elevata frequenza di aborti in azienda

E’ stato semplice adottarla?

Più o meno

Se no, spiega quali sono stati i principali problemi?

Avere la disponibilità di un laboratorio di analisi

Hai avuto necessità di adattarla?

Si

Se si, come?

Creare un kit personale, accordarmi con laboratorio

Sei soddisfatto dei risultati della soluzione?

Si

Quali sono stati i risultati?

Ho potuto identificare e risolvere i problemi che avevo

Valuta la soluzione

Interessante ma necessità di adattamenti

Continuerai ad applicarla?

Si

Se no, per quale ragione?

 

Commenti/Aggiunte

L’ecografia potrebbe aiutare ad una identificazione precoce di un aborto. Potrebbe essere complicato creare una rete tra allevatori, tecnici e laboratori che partecipano al programma

               

                 

 

 

Publish Date
Paese d'origine